Notifiche
Cancella tutti

"Optical"

Pagina 2 / 2

Roberto Cecconello
(@roberto-cecconello)
Presidente , CD
Registrato: 2 anni fa
Post: 1830
Topic starter  

@babbus 

Grazie Marco 😉 

Tutto quello che è Storia mi affascina; mia moglie dice che mi piacciono "le pietre vecchie" 🤣 

Il segmentato è una palestra per l'educazione del tornitore:ti insegna a progettare, a rispettare il progetto (non hai margine di errore),ti insegna a rispettare tempi e metodi, ad avere visione d'insieme per la scelta delle forme e dei colori. Personalmente credo che la mia tornitura attuale debba molto al fatto di aver approfondito il segmentato prima del massello.


Marco Del Gaudio hanno apprezzato
RispondiCitazione
Roberto Cecconello
(@roberto-cecconello)
Presidente , CD
Registrato: 2 anni fa
Post: 1830
Topic starter  

@nicola75 

Grazie Nicola 😉 

 


Nicola Tonarelli hanno apprezzato
RispondiCitazione
Bruno Bologni
(@brunino)
Reputable Member Soci
Registrato: 2 anni fa
Post: 866
 

gran bel pezzo Roberto, gli Anasazi ne sarebbero orgogliosi anche se credo sia stati eradicati dalla civiltà e cultura

"bianca" ma non vorrei dire una fesseria, invece volevo chiedere qualcosa sul legno che non ho mai sentito nominare


RispondiCitazione
Roberto Cecconello
(@roberto-cecconello)
Presidente , CD
Registrato: 2 anni fa
Post: 1830
Topic starter  

@brunino 

Grazie Bruno 😉 

Gli Anasazi non devono la loro scomparsa ai conquistatori del Nuovo Mondo; scomparvero intorno al 1300 d.c pare per il susseguirsi di una serie di annate siccitose che rovinò completamente il loro sistema agricolo portandoli all'estinzione. Restano comunque un popolo abbastanza misterioso e non conoscendo la scrittura sono rimaste poche tracce della loro civiltà, nonostante il lungo periodo di permanenza delle loro attività (le prime tracce risalgono al 1500 a.c.). Studi recenti dichiarano che siano stati gli antenati degli Hopi e il vasellame caratteristico è uno dei tratti che unisce le due popolazioni.

Il legno di tuo interesse immagino sia il Pequia; il suo nome scientifico è "Aspidosperma Vargasii" ed è nativo del Venezuela ma lo si trova in diversi Paesi sudamericani (Brasile,Colombia,etc). Ha caratteristiche molto simili al Bosso,anche se è più pesante, leggere venature e un colore giallo più intenso oltre al fatto che era relativamente facile da trovare in assi di discrete dimensioni, visto che un tempo era utilizzato per pavimenti. Ora credo sia di più difficile reperibilità se non nei classici blocchetti per penne (dove spesso viene sostituito dal Balfaurodendron Riecianum o Marfin con cui ha in comune il solo colore giallo)

 

 


RispondiCitazione
Pino Gianotti
(@pigi)
Reputable Member Soci
Registrato: 2 anni fa
Post: 337
 

Sig. Presidente,  Ho guardato a lungo e più volte quest'opera e sono giunto a questa conclusione: dovevi terminarla due settimane prima, poi farmela avere in qualche modo ed io l'avrei portata a Lione. Immagina quale soddisfazione fotografare i cugini francesi nell'atto di esclamare HOOOO!!

Come sai, io sono di estrazione meccanica ed ho apprezzato molto la perfezione geometrica e la finitura. Complimenti.


Marco Del Gaudio hanno apprezzato
RispondiCitazione
Corvo
(@corvo)
Trusted Member Soci
Registrato: 2 anni fa
Post: 67
 

Bel lavoro Roberto; progetto ed esecuizione intriganti, giunzioni perfette non facili, una non ti è venuta bene come avresti voluto, quella di sinistra in centro ,"ride" non perchè stretta male ma ti mancava il legno sovrastante !.

     Nella nostra bottega gli incollaggi sono sempre stati severi, indipendentemente dal tipo di colla che si usava; il Maestro che per lunghi decenni mi ha insegnato, se dopo la stretta dei legni non vedeva uscire la colla non era buon segno, non si era certi se la quantità data era sufficiente!.

     Lui da giovane era stato per qualche anno dipendente alla Caproni di Predappio Forlì, reparto falegnameria, costruivano le ali degli aerei in legno quindi capirai,fare del tamburato curvo con centine in legno la colla doveva fuoriuscire a garanzia della quantità giusta per il collaudo.

    La parte sotto del tuo "Optional" in legno wengè è giuntata in spessore?, mi sermbra anche che la superfice sia ondulata. Come dice Del Gaudio Marco, che sei avaro nelle foto, potresti farci vedere anche il sotto delle tue opere!!.

   Complimenti Maestro,continua a stupirci nei tuoi lavori e nelle risposte ,che dai a noi tutti.   Saluti!

 


Marco Del Gaudio hanno apprezzato
RispondiCitazione
Roberto Cecconello
(@roberto-cecconello)
Presidente , CD
Registrato: 2 anni fa
Post: 1830
Topic starter  

@pigi 

Grazie Pino 😉 

La tua generosità mi commuove ma sono ben conscio che anche i nostri cugini d'oltralpe hanno frecce valide al loro arco. 😉 


RispondiCitazione
Roberto Cecconello
(@roberto-cecconello)
Presidente , CD
Registrato: 2 anni fa
Post: 1830
Topic starter  

@corvo 

Grazie per gli apprezzamenti 😉 

In realtà dovrei decidermi ad utilizzare gli occhiali (che non uso per pigrizia non per vezzo) e certi particolari non sfuggirebbero. Il controllo  "in bianco"della planarità dell'anello centrale ha sicuramente rivelato il problema che hai segnalato...ma io non l'ho visto 🤣 

La parte sotto è costruita sempre in segmentato, esattamente speculare alla parte superiore ma senza "effetti" solo tutta in wengè; la foto sarebbe stata poco significativa.

 

Questo post è stato modificato 2 settimane fa da Roberto Cecconello

Corvo hanno apprezzato
RispondiCitazione
Pagina 2 / 2
Condividi:
Informativa Privacy
Copyright © 2021 A.I.A.T.L.