Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 4 di 5
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
 
Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
onekk ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Giampiero Q ha scritto: [Visualizza Messaggio]


Grazie Carlo

...

Ritengo che l'altezza terra-asse del tornio suggerita dal manuale vicmarc sia solo una indicazione teorica, ognuno poi puo' variarla in base alla comodità d'uso personale, io mi trovo bene con un'altezza di poco superiore al mio gomito (circa 103 cm altezza gomito, 107,5 cm altezza terra-asse del tornio).


Infatti, ma se non sai dove partire una mezza idea te la fai e poi aggiusti con le zeppe, il gomito sembra essere un buon riferimento, ma te lo devi far misurare da qualcuno :-D.

E poi se lo misuri al mattino è una cosa, alla sera magari si abbassa di qualche mm (o centimetro se hai mal di schiena)

Infatti, la misura del mio gomito l'ho fatta prendere a metà giornata, giusto per avere una media

Salutoni e buone vacanze.


Il riferimento all'altezza del gomito non è solo semplice convenzione...è che con l'asse del tornio all'altezza del gomito, o poco più alto, il braccio si trova in una posizione di lavoro comoda, possiamo dire ergonomicamente corretta, nell'impugnare e manovrare la sgorbia.

Buone vacanze anche a te, Carlo
 




____________
Giampiero alias Omega300
 
Giampiero Q - ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
Riesumo questo bel post innanzitutto per fare i complimenti all'autore, Giampiero, per l'idea geniale. Nonostante io sia un super novello nel settore, mi sento di dire che questo progetto per banco/tornio denota una marcata cura certosina dei particolari, sia sotto l'aspetto pratico che sotto quello prettamente estetico, proprio come piace a me: Uovo e gallina   Tra l'altro il thread è anche corredato da belle foto ed ottime spiegazioni.
Veramente un lavoretto coi fiocchi, che sicuramente avrà già ripagato occhio e mano all'autore…
Proprio per questi motivi, ho deciso di prendere spunto da questo progetto per realizzare un bel banchetto per il mio neo lathe   trattasi di un MAGMA 175FU che nelle dimensioni dovrebbe essere identico all'AXMINSTER AT-1416VS oggetto del thread.
Il fatto è che il mio è provvisto di prolunga...E sto' vagliando soluzioni valide su come apportare un "upgrade" a questo progetto in maniera tale da poter accogliere, appunto, anche l'apposita prolunga, senza stravolgere il tutto mantenendo un'estetica leggera e al contempo ottima praticità..
Il mio dubbio principale, data la mia spiccata "maniacalità", è come poter risolvere il problema dei tre punti di appoggio che si verranno a creare, potendone gestire al meglio la possibilità di livellamento..Il mio tornio avrà sicuramente un giunto di innesto abbastanza preciso tra le due parti in ghisa , ma prima di serrare  vorrei avere la possibilità di registrare, livellare ed allineare i due banchi guida finemente e nel miglior modo possibile. La mia ipotesi iniziale è stata quella di aggiungere un terzo elemento identico a quello delle fiancate (magari utilizzando un profilato a "T" anzichè angolare semplice e visto che in tal caso dovro' chiudere con antine, cerniere e montantini in legno separati..) da far coincidere in corrispondenza del giunto della prolunga, poi aggiungere (scopo anche anti vibrazione) dei tacchetti in robusto legno piallati ad hoc a spessore da interporre tra le tre piastre in ferro di appoggio del banco e la base di appoggio in ghisa del tornio. Quindi livellare e serrare le viti accuratamente e dove serve..Il tutto mentre un asse o staggia ben diritta appoggiata sopra il bancale mi indicherà dove serrare di più e dove meno. La base in ghisa si assesterà sul legno dove richiesto
Purtroppo il magma come penso anche l'axminster, hanno il canale filettato per i piedini regolabili (che nella fattispecie di questo progetto vanno eliminati)"cieco", ed intermponendo uno spessore in legno delle stesse dimensioni della piastra/appoggio del banco, non riesco a decifrare quale sia il modo per poter usufruire di una regolazione "fine" tramite filettatura almeno su uno (magari sulla fiancata esterna dal lato prolunga, sulla DX) dei tre punti di appoggio.
Io non sono un ingegnere, ma è palese che tre punti di appoggio anzichè due, sono una "rogna" da livellare finemente...A meno che non si trovi uno stratagemma con ausilio di filetto che regola finemente. Come è scontato che il fabbro, per quanto bravo sia, debba sempre fare i conti con la saldatura che "tira"...Immaginare che i tre punti di appoggio possano venire come fresati o rettificati   è pura utopia.
Oltre a cio, vorrei collegare tramite angolare o quant'altro,sempre saldato, tutti e tre gli eventuali punti di appoggio all'altezza di dove Giampiero ha messo la tavola a spessore (in pratica, come in basso) in modo da irrigidire ed irrobustire il tutto anche se a scapito di qualche kg di peso in più (che credo non guasti affatto). In questo caso, la tavola a spessore che fa da cielo al vano che si crea sotto e da "letto"  per la montagnetta di trucioli che cadono, andrebbe inserita in appoggio e ad incasso nell'angolare.
Avevo pensato anche ad una soluzione senza montante centrale, in questo caso avrei il vantaggio di non interrompere la sportellatura del vano, ma dovrei comunque trovare il modo di creare l'appoggio centrale (sempre in ferro). Cosi' su due piedi, credo servirebbero almeno due montanti posti in orizzontale e saldati con le fiancate, poi nel punto di giunzione della prolunga andar su con una specie di torretta..Ma...che profilato e di che misura usare in orizzontale in questo caso??? Il tornio fa 42kg, con la prolunga non so a quanto possa arrivare(65-70?) comunque sia non un peso massimo..Ma quel punto li ..Centrale... Non mi deve flettere assolutamente, voglio rigidità..Tornio+ prolunga sviluppano circa 1400mm di lunghezza. Con la seconda soluzione ed un profilato messo in piano di una certa altezza per limitarne la flessione, perderei spazio utile in altezza nei vani, già di per se non enormemente alti se li faccio partire ad una 20ina dal pavimento.
Giampiero, come ti comporteresti nel modificare il tuo banco in caso di upgrade con prolunga? Che modifiche apporteresti al progetto?
Ovviamente la domanda è riferita a chiunque voglia aiutarmi ed ha dimestichezza nel mondo del lavoro e della tornitura.
Grazie in anticipo a tutti .
 



 
Ultima modifica di niklathe il Sab 16 Giu, 2018 18:03, modificato 7 volte in totale 
niklathe - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
Grazie tante per l'apprezzamento, Niko

Hai fatto un ottimo acquisto...il Magma Fu 175 è il gemello del mio e del Miditec Fu 175.

Per quanto riguarda il banco, secondo il mio modesto parere, credo sia necessario pensare ad un banco le cui dimensioni possano comprendere pienamente tornio e prolunga insieme. Vari "upgrade" del mio con eventuali sostegni aggiunti non mi sembrano soluzioni idonee a garantire robustezza complessiva e assenza di vibrazioni.
Io opterei per un banco con piano d'appoggio unico, tipo quello postato da Giuseppe Tuninetti poco sopra, oppure, se si vuole mantenere il piano più basso rispetto al letto del tornio, tre appoggi superiori rialzati (due per il tornio e uno per la prolunga), come i due che ho realizzato io. In ogni caso gli appoggi a terra dovrebbero essere solo due (quattro gambe con piedini regolabili)...tre sarebbero veramente problematici soprattutto con eventuale dislivello del pavimento.
 




____________
Giampiero alias Omega300
 
Giampiero Q - ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
Se l'utilizzo del tornio con la prolunga fosse soltanto occasionale si potrebbe pensare anche ad un'altra soluzione.
Partendo dal banco come il mio si potrebbe aggiungere un sostegno per la prolunga realizzato con due tubi infilati l'uno dentro l'altro. Ciò consentirebbe la rapida registrazione dell'altezza anche in funzione dell'eventuale dislivello del pavimento. I due tubi, di cui uno dovrebbe essere almeno di 60 mm di diametro, si regolerebbero telescopicamente all'altezza desiderata e si bloccherebbero mediante due manopole che si avvitano in due dadi saldati sul tubo più grosso.

Un sostegno del genere credo che sarebbe abbastanza robusto e agevolmente regolabile.

Per rendere meglio l'idea, ho allegato un disegno molto approssimativo   ...spero si capisca.

 20180617_150948
 




____________
Giampiero alias Omega300
 
Giampiero Q - ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
niklathe ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Riesumo questo bel post innanzitutto per fare i complimenti all'autore, Giampiero, per l'idea geniale. Nonostante io sia un super novello nel settore, mi sento di dire che questo progetto per banco/tornio denota una marcata cura certosina dei particolari, sia sotto l'aspetto pratico che sotto quello prettamente estetico, proprio come piace a me: Uovo e gallina   Tra l'altro il thread è anche corredato da belle foto ed ottime spiegazioni.
Veramente un lavoretto coi fiocchi, che sicuramente avrà già ripagato occhio e mano all'autore…
Proprio per questi motivi, ho deciso di prendere spunto da questo progetto per realizzare un bel banchetto per il mio neo lathe   trattasi di un MAGMA 175FU che nelle dimensioni dovrebbe essere identico all'AXMINSTER AT-1416VS oggetto del thread.
Il fatto è che il mio è provvisto di prolunga...E sto' vagliando soluzioni valide su come apportare un "upgrade" a questo progetto in maniera tale da poter accogliere, appunto, anche l'apposita prolunga, senza stravolgere il tutto mantenendo un'estetica leggera e al contempo ottima praticità..
Il mio dubbio principale, data la mia spiccata "maniacalità", è come poter risolvere il problema dei tre punti di appoggio che si verranno a creare, potendone gestire al meglio la possibilità di livellamento..Il mio tornio avrà sicuramente un giunto di innesto abbastanza preciso tra le due parti in ghisa , ma prima di serrare  vorrei avere la possibilità di registrare, livellare ed allineare i due banchi ...solo la prolunga deve avere il livellamento registrabile, il tornio a sè stante va bloccato in posizione fissa.

guida finemente e nel miglior modo possibile. La mia ipotesi iniziale è stata quella di aggiungere un terzo elemento identico a quello delle fiancate (magari utilizzando un profilato a "T" anzichè angolare semplice e visto che in tal caso dovro' chiudere con antine, cerniere e montantini in legno separati..) da far coincidere in corrispondenza del giunto della prolunga, poi aggiungere (scopo anche anti vibrazione) dei tacchetti in robusto legno ...non legno ma gomma nera dura da 3mm che trovi in qualsiasi brico o ferramenta fornita.

piallati ad hoc a spessore da interporre tra le tre piastre in ferro di appoggio del banco e la base di appoggio in ghisa del tornio. Quindi livellare e serrare le viti accuratamente e dove serve..Il tutto mentre un asse o staggia ben diritta appoggiata sopra il bancale mi indicherà dove serrare di più e dove meno. La base in ghisa si assesterà sul legno dove richiesto
Purtroppo il magma come penso anche l'axminster, hanno il canale filettato per i piedini regolabili (che nella fattispecie di questo progetto vanno eliminati)"cieco", ed intermponendo uno spessore in legno delle stesse dimensioni della piastra/appoggio del banco, non riesco a decifrare ..
...i fori filettati originali vanno forati con punta decimale + 0,5 del nominale del bullone del piedino cioè se il piedino è da 8 mm devi forare da 8,5, poi ci infili un bullone da sopra il quale impegnerà 2 dadi autobloccanti i quali pinzano il supporto del banco e saranno loro ad assolvere il livellamento ed il bloccaggio.

quale sia il modo per poter usufruire di una regolazione "fine" tramite filettatura almeno su uno (magari sulla fiancata esterna dal lato prolunga, sulla DX) dei tre punti di appoggio.
Io non sono un ingegnere, ma è palese che tre punti di appoggio anzichè due, sono una "rogna" da livellare finemente...A meno che non si trovi uno stratagemma con ausilio di filetto che regola finemente. Come è scontato che il fabbro, per quanto bravo sia, debba sempre fare i conti con la saldatura che "tira"...Immaginare che i tre punti di appoggio possano venire come fresati o rettificati   è pura utopia.
Oltre a cio, vorrei collegare tramite angolare o quant'altro,sempre saldato, tutti e tre gli eventuali punti di appoggio all'altezza di dove Giampiero ha messo la tavola a spessore (in pratica, come in basso) in modo da irrigidire ed irrobustire il tutto anche se a scapito di qualche kg di peso in più (che credo non guasti affatto). In questo caso, la tavola a spessore che fa da cielo al vano che si crea sotto e da "letto"  per la montagnetta di trucioli che cadono, andrebbe inserita in appoggio e ad incasso nell'angolare.
Avevo pensato anche ad una soluzione senza montante centrale, in questo caso avrei il vantaggio di non interrompere la sportellatura del vano, ma dovrei comunque trovare il modo di creare l'appoggio centrale (sempre in ferro). Cosi' su due piedi, credo servirebbero almeno due montanti posti in orizzontale e saldati con le fiancate, poi nel punto di giunzione della prolunga andar su con una specie di torretta..Ma...che profilato e di che misura usare in orizzontale in questo caso??? Il tornio fa 42kg, con la prolunga non so a quanto possa arrivare(65-70?) comunque sia non un peso massimo..Ma quel punto li ..Centrale... Non mi deve flettere assolutamente, voglio rigidità..Tornio+ prolunga sviluppano circa 1400mm di lunghezza. Con la seconda soluzione ed un profilato messo in piano di una certa altezza per limitarne la flessione, perderei spazio utile in altezza nei vani, già di per se non enormemente alti se li faccio partire ad una 20ina dal pavimento.
Giampiero, come ti comporteresti nel modificare il tuo banco in caso di upgrade con prolunga? Che modifiche apporteresti al progetto?
Ovviamente la domanda è riferita a chiunque voglia aiutarmi ed ha dimestichezza nel mondo del lavoro e della tornitura.
Grazie in anticipo a tutti .


...una trave ad 'I' su cui saldare tre traversini per appoggio.......scatolati con cui costituire un rettangolo....2 scatolati come longheroni e traversini come nel 1° caso.....

....cmq il banco deve avere sezioni generose, non considerare solo il peso del tornio, una volta in funzione le forze in gioco  aumentano fortemente i pesi, il mio è costruito
con scatolato 100x50x4mm messo in piedi logicamente ..........

...sezione scatolato bancata e fissaggio fisso del tornio
 1tor

...sistema bloccaggio fisso del tornio
 2tor

...gamba della prolunga, si nota la gomma nera come nelle foto precedenti, ed è visibile la costruzione a rettangolo
 3tor

...sistema di livellamento fine tramite doppio dado autobloccante e bullone passante ' in Folle ' su foro alesato
  4tor

...il banco del tornio non serve ad ospitare utensili in cassetti vari perchè le vibrazioni indotte dall'uso scompigliano tutto, le soluzioni per impedire
ciò sono più onerose del loro servizio.

...anche in questo caso vige la regola base della meccanica, quando non si hanno tabelle di riferimento dei kN bulloni e dadi (che bloccano il tornio) non vanno stretti a morte ma un'attimino di più di appena iniziano a stringere.
 




____________
------------------------
ciao
Massimo
------------------------
 
Ultima modifica di artista il Lun 18 Giu, 2018 01:06, modificato 1 volta in totale 
artista - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
Volendo si possono interporre tra tornio e banco dei gommini antivibrazione  (quelli senza perni e con un foro centrale, comprati in un autoricambi).
Io li avevo inseriti al mio vecchio tornio.

 gommino_t_1406811783_985283

 gommino2

In quello attuale non ne ho riscontrato la necessità, anche perché la base del tornio è perfettamente regolare e poggia in maniera uniforme sul banco, senza barcollamenti vari, inoltre il banco non è fissato stabilmente a terra.

Ottimo, comunque, il sistema di livellamento fine con doppio dado...soprattutto se il tornio ha l'appoggio un po' sbilenco.

Per quanto riguarda l'utilizzo di un contenitore sotto il tornio io lo trovo molto comodo. All'interno ripongo il mandrino, il platorello, alcuni martiri (sempre utili) e accessori vari...garantisco che durante i lavori di tornitura non se ne vanno a passeggio.
 




____________
Giampiero alias Omega300
 
Giampiero Q - ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
...si, un paio di cassetti giusto per alcuni attrezzi del tornio ci vogliono e fanno comodo, il resto dello spazio però meglio usarlo per deposito legnetti..........intendevo dire che riempire di cassetti per utensili di altro tipo è sbagliatamente scomodo......l'avevo fatto io e poi ho tolto tutto.  
 




____________
------------------------
ciao
Massimo
------------------------
 
artista - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
Innanzitutto grazie a tutti per gli interventi  
Per Giampiero:
La soluzione da te postata in disegno potrebbe anche andare, ne verrebbe fuori una sorta del supporto/banco apposito che vende Axminster
https://www.youtube.com/watch?v=egAXW9YD5FE
Però io sarei più propenso alla prima soluzione, ovvero un banco che possa contenere l'intero tornio con prolunga montata fissa. Posto per posizionarlo ne ho in abbondanza quindi non vedo la necessità di un sostegno per prolunga staccato ed applicabile all'evenienza. In tutta sincerità, ma dal basso della mia esperienza, poi, quel sostegno staccato dal corpo banco principale, non mi convince affatto in quanto a stabilità: se da un lato, perpendicolarmente, il peso della prolunga scarica verso il basso  e ok, ma orizzontalmente lavorerebbero solamente le viti di serraggio della prolunga stessa. Ora io non so che tipo di sollecitazioni possano crearsi, l'unica cosa della quale son sicuro è che creando un banco tutto d'un pezzo, la faccenda è tutta molto più stabile e robusta e questo mi da fiducia. Avendo spazio e disponibilità, prendero' sicuramente questa strada.
No tutto in legno, vorrei fare un mix Ferro/legno come il tuo. Devo solamente trovare una valida soluzione per riuscire a livellare finemente l'appoggio della parte prolunga: Quindi, appoggi fissi per il tornio ed appoggio regolabile in altezza per la prolunga, mi sembra la soluzione migliore. Resta solo da decidere il modo migliore, robusto, pratico ed affidabile, per farlo.
Ecco in foto il mio banco in metallo ove il tornio staziona attualmente. Vorrei creare un banco apposito per tornio per liberarlo completamente e con lo scopo anche di non accumulare montagnette di trucioli, questi devono cadere a terra.. A dx del banco in foto, togliendo quell'armadio metallico color beige, già ho lo spazio necessario per contenere il magma + prolunga
o2dkobx
Ho un amico che lavora con torni e frese da metallo a controllo numerico, avrei eventualmente la possibilità di far fresare i tre punti di appoggio dopo saldati, magari cosi' potrei evitare il dispositivo livellante "fino" sull'appoggio della prolunga? Solo che mi ha esplicitamente già riferito che non può metter mano ad un banco finito con gambe e tutto per motivi di ingombro. Dovrei realizzare diciamo, una parte superiore da unire poi alle gambe con viti/bulloni in un secondo momento, perché la saldatura successiva andrebbe, almeno in parte, a vanificare la fresatura…
Una curiosità? tu Giampiero cos'hai interposto tra la base in ghisa del tuo AX e la piastra d'appoggio in ferro del banco? Hai fissato il lathe solamente con viti da sotto la piastra e via?


X Artista:

credo sia impossibile forare le filettature cieche di un magma allo scopo di mettere un dado anche sopra, perché non ha una parte di ghisa piatta come il tuo JET… Ci guardo meglio ma credo che forando si uscirebbe su un fianco del piede! Appunto ho domandato anche a Giampiero se può esser sufficiente fissare con la sola vite da sotto a far presa nel foro filettato cieco.
 



 
Ultima modifica di niklathe il Lun 18 Giu, 2018 21:15, modificato 2 volte in totale 
niklathe - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
Concordo con banco unico senza appoggio separato per la prolunga.

Tra base in ghisa del tornio e supporto in metallo del banco ho interposto un pezzo di multistrato da 18 mm...il tutto bloccato da sotto con perno.
 




____________
Giampiero alias Omega300
 
Giampiero Q - ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
Giampiero Q ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Concordo con banco unico senza appoggio separato per la prolunga.

Tra base in ghisa del tornio e supporto in metallo del banco ho interposto un pezzo di multistrato da 18 mm...il tutto bloccato da sotto con perno.


Infatti era quello che avevo supposto visionando le foto che hai messo sul post(tutte rigorosamente salvate per zoommare a dovere   ), anche se essendo tutto verniciato sono andato ad intuito  
Come in tutte le cose, vedo ci sono diversi punti di vista. Chi preferisce interporre legno, chi gomma. Magari la gomma isola di più per le vibrazioni..Ma il legno potrebbe tornarmi utile nel caso non realizzassi la piastra di appoggio per la prolunga "regolabile". Se la prolunga una volta messa fosse abbastanza precisa e con la possibilità di fresare i tre punti di appoggio...Si potrebbe valutare anche una soluzione senza l'appoggio per la prolunga regolabile, cosa ne pensi? Il legno si assesta tirando le viti dove serve e guadagnare qualcosina da regolare la planarità dei due bancali non dovrebbe essere utopia).
Sono molto indeciso su questo punto, ho paura di fare una "sistina"     !!! D'altronde il mio amico mi freserebbe tutti e tre i piani a costo zero. Anche se ad onor del vero preferirei tutto saldato...Ripeto, per fresare gli appoggi il progetto dovrebbe prevedere  una parte superiore,(quella con gli appoggi) da contenere come volume il più possibile da poterla lavorare alla fresa in maniera agevole, ed una inferiore (gambe) unendo successivamente le due parti con delle belle vitone e bulloni (quindi no saldatura, perchè "tira" e torce di nuovo).

Devo buttar giù un abbozzo...Ma prima prendere una via, al bivio
 



 
Ultima modifica di niklathe il Lun 18 Giu, 2018 21:49, modificato 3 volte in totale 
niklathe - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
Giampiero Q ha scritto: [Visualizza Messaggio]
...il tutto bloccato da sotto con perno



Cosa intendi per perno? Una semplice vite a testa esagonale messa da sotto? Oppure hai messo un perno in barra filettata con controdado a ridosso della ghisa del bancale(ad uso piedino originale) dado che si posiziona incassato sul multistrato quindi, poi un'ulteriore dado (quello effettivo di fissaggio del tornio al banco) sotto a ridosso della piastra in ferro?
Spessori in gomma o quant'altro per evitare la trasmissione di vibrazioni alla piastra in ferro? nulla?
 



 
Ultima modifica di niklathe il Lun 18 Giu, 2018 21:52, modificato 2 volte in totale 
niklathe - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
niklathe ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Giampiero Q ha scritto: [Visualizza Messaggio]
...il tutto bloccato da sotto con perno



Cosa intendi per perno? Una semplice vite a testa esagonale messa da sotto? Oppure hai messo un perno in barra filettata con controdado a ridosso della ghisa del bancale(ad uso piedino originale) dado che si posiziona incassato sul multistrato quindi, poi un'ulteriore dado (quello effettivo di fissaggio del tornio al banco) sotto a ridosso della piastra in ferro?
Spessori in gomma o quant'altro per evitare la trasmissione di vibrazioni alla piastra in ferro? nulla?


Semplici bulloni filettati con testa esagonale...praticamente quelli in dotazione con il tornio.
Non c'è stato bisogno di spessori in gomma. Come già detto,  tra tornio e piastra in ferro solo un pezzo di multistrato...nessuna trasmissione di vibrazioni
 




____________
Giampiero alias Omega300
 
Giampiero Q - ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
Voto anche io per il banco monoblocco, la gamba separata non mi piace granché per vari motivi.
Secondo me, perdonami il francesismo, ti stai facendo un po' po' troppe pippe mentali: parli di farti rettificare i punti di appoggio della base; ma chi ti assicura che i punti di appoggio del tornio siano complanari al decimo?
Sul mio leman non lo erano manco al decimo..i piedini regolabili servono proprio a quello.
Mettiamo che i punti di appoggio del tuo tornio siano complanari, ipotesi azzardata, ma mettiamo che lo siano.
Ti fai fresare il top del banco per poterlo accoppiare alla perfezione.
Ci saldi le gambe e ti si svergola per forza di cose.

Io farei così:
Innanzitutto verifica che il tuo tornio, con prolunga, appoggi bene. Se ce l'hai metti tutto su un piano di marmo.
Verificato questo, ti fai il tuo bel banco e ci poggi il tornio completo sopra: vedi dove sono i vuoti e compensi in base al vuoto.
Se c'è poco ci metti della gomma come detto da altri, se c'è tanto (svariati decimi) puoi compensare con della carta spagna, lamierini o altro che hai in casa.

Però ripeto: è un tornio da legno..
 




____________
Ciao, Davide

La mia pagina Facebook
 
IlBisius - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
Giampiero Q ha scritto: [Visualizza Messaggio]
niklathe ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Giampiero Q ha scritto: [Visualizza Messaggio]
...il tutto bloccato da sotto con perno



Cosa intendi per perno? Una semplice vite a testa esagonale messa da sotto? Oppure hai messo un perno in barra filettata con controdado a ridosso della ghisa del bancale(ad uso piedino originale) dado che si posiziona incassato sul multistrato quindi, poi un'ulteriore dado (quello effettivo di fissaggio del tornio al banco) sotto a ridosso della piastra in ferro?
Spessori in gomma o quant'altro per evitare la trasmissione di vibrazioni alla piastra in ferro? nulla?


Semplici bulloni filettati con testa esagonale...praticamente quelli in dotazione con il tornio.
Non c'è stato bisogno di spessori in gomma. Come già detto,  tra tornio e piastra in ferro solo un pezzo di multistrato...nessuna trasmissione di vibrazioni


Capito, pero' la testa della vite l'hai serrata ferro su ferro a ridosso della piastra sotto? No perché la vite prende a filettare nella ghisa del bancale, cosi' su due piedi la testa della vite dove serra, la isolerei con qualcosa.
 



 
Ultima modifica di niklathe il Gio 21 Giu, 2018 02:19, modificato 1 volta in totale 
niklathe - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Banco Per Il Mio Tornio AT-1416VS 
 
IlBisius ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Voto anche io per il banco monoblocco, la gamba separata non mi piace granché per vari motivi.
Secondo me, perdonami il francesismo, ti stai facendo un po' po' troppe pippe mentali: parli di farti rettificare i punti di appoggio della base; ma chi ti assicura che i punti di appoggio del tornio siano complanari al decimo?
Sul mio leman non lo erano manco al decimo..i piedini regolabili servono proprio a quello.
Mettiamo che i punti di appoggio del tuo tornio siano complanari, ipotesi azzardata, ma mettiamo che lo siano.
Ti fai fresare il top del banco per poterlo accoppiare alla perfezione.
Ci saldi le gambe e ti si svergola per forza di cose.

Io farei così:
Innanzitutto verifica che il tuo tornio, con prolunga, appoggi bene. Se ce l'hai metti tutto su un piano di marmo.
Verificato questo, ti fai il tuo bel banco e ci poggi il tornio completo sopra: vedi dove sono i vuoti e compensi in base al vuoto.
Se c'è poco ci metti della gomma come detto da altri, se c'è tanto (svariati decimi) puoi compensare con della carta spagna, lamierini o altro che hai in casa.

Però ripeto: è un tornio da legno..



Ma infatti in caso di fresatura, l'ho specificato che sarebbe da fare in due blocchi separati da unire poi con viti, a saldature gia' fatte.

Sostanzialmente sono solamente indeciso se fare un banco con tre punti di appoggio fissi oppure con il punto di appoggio della prolunga regolabile (che semplificherebbe da un lato il livellamento, ma complicherebbe dall'altro l'elaborazione del progetto che di per se sarebbe semplice). Sinceramente non mi sconfiffera molto l'idea di dover andare a spessorare a destra e manca con spessori di vario tipo. Inoltre non riesco a capire come fai a spessorare decimi di mm con la gomma…
 



 
Ultima modifica di niklathe il Gio 21 Giu, 2018 02:30, modificato 2 volte in totale 
niklathe - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 4 di 5
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 1 Ospite
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario